> Storie di successo > Donna cerca donna > Mi sono sentita felice e "persa"

Donna cerca donna

Mi sono sentita felice e "persa"

Un’impiegata di 40 anni e una bancaria di 35; nella bella terra d’Umbria

Non mi piace incontrare persone on line. E i siti d’incontri che avevo visto, sinceramente non mi interessavano molto: mi sembra un po’ banale e forse supponente dirlo ma erano decisamente troppo superficiali, troppo orientati all’avventura. Quando un’amico mi ha detto che si era iscritto a Parship, parlandomi bene del test e dell’affinità di coppia, ho pensato di provare. Non che la diffidenza non ci fosse però c’era anche il desiderio di fare nuove conoscenze. In una realtà tutto sommato media, come quella della città di provincia in cui vivo, non è semplice conoscere altre donne lesbiche ma soprattutto quella, per usare le parole di gayParship, giusta per te.

 

I primi contatti sono stati difficili. Ci sono stati periodi di poco movimento, ero abbastanza sfiduciata. Il mio amico, lui è etero, mi ha rassicurato sulla normalità di fasi in cui ci potevano essere più conoscenze e altre in cui c’era quasi il deserto.

 

Ricordo poi ancora quel lunedì. Ho aperto il profilo perché avevo ricevuto un Rompighiaccio, con cui ho giocato. Ma ho visto anche che c’erano delle nuove proposte, che non mi erano state segnalate per email (ho scoperto, per via di un punteggio di affinità non altissimo, per quanto interessante). E una di queste aveva il Cap come il mio. L’ho contattata subito, speranzosa di fare almeno una buona conoscenza. Mi ha risposto dopo 10 giorni, quando oramai avevo già perso ogni speranza.

E da allora, un messaggio dopo l’altro, si è stabilita una strana eccitazione, una emozione intensa, un senso di vicinanza, di affinità proprio. Una settimana dopo ci siamo incontrate a Terni. Abbiamo camminato e camminato, parlando e parlando, nelle strade del parco del Valentino. E poi ci siamo riviste, questa volta nella nostra città. Un caffè, mille telefonate, un cinema.

 

Lo so, forse è da ragazzine, ma quando lei mi ha preso la mano, mi ha guardata negli occhi e si è avvicinata per baciarmi… mi sono sentita persa e felice. Il nostro amore sta crescendo, giorno dopo giorno. Non è semplice stare veramente in coppia, nonostante l’intesa. Ma è una sfida che vale la pena di raccogliere. Ed è così speciale!

Insomma: gayParship per me, per noi è stato fondamentale per farci incontrare. E utile, perché leggere il nostro profilo di affinità che ci siamo salvate sul computer, ci aiuta ogni tanto a comprenderci meglio in modo più obiettivo. Grazie!

 

Marisa

 

Prova gayParship gratis

Io sono
Sto cercando

Si applicano le CGI e l’informativa sulla protezione dei dati personali. L’abbonamento gratuito prevede l’invio periodico di e-mail contenenti offerte relative all’abbonamento a pagamento e ad altri prodotti offerti da PE Digital GmbH (è possibile recedere in qualsiasi momento).

Error with static Resources (Error: 418)